Fettuccine al salmone

Ingredienti per 2 persone

150 g di fettuccine all’uovo
150 g di filetto di salmone fresco
50 g di yogurt bianco
30 mL di olio extravergine di oliva
Succo di limone q.b.
Prezzemolo q.b.
Sale e pepe q.b.

Preparazione

Tagliare a filetti il salmone. In una padella, mettere un filo di olio extravergine di oliva, unire il salmone, il succo di limone e lasciar cuocere per qualche minuto. Quando il salmone sarà quasi cotto, aggiungere lo yogurt e amalgamare bene. Spegnere il fuoco e coprire la padella. Intanto, a parte, lessare e scolare le fettuccina al dente, quindi unire al salmone precedentemente preparato, saltare e lasciar insaporire la pasta aggiungendo un pizzico di pepe. Servire con una spolverata di prezzemolo e un filo di olio extravergine di oliva a crudo.

Proprietà nutrizionali

Tra gli elementi benefici di questo piatto semplice da preparare ed estremamente gustoso, troviamo il salmone, ricco in proteine (18.4 g) ad alto valore biologico, cioè proteine che contengono in quantità nutrizionalmente utili tutti gli aminoacidi che il nostro organismo non può produrre da solo e deve necessariamente introdurre con la dieta. Tuttavia, bisogna ricordare che, accanto a questi aminoacidi essenziali, il salmone contiene anche purine, sostanze che il nostro corpo trasforma in acido urico, il principale responsabile di malattie come la gotta, quindi particolare attenzione devono porre i soggetti affetti da iperuricemia.

Per quanto riguarda le vitamine, il salmone ci offre quelle del gruppo B, come le vitamine B2, B3, B6, B9 e B12. Allo stesso tempo il salmone apporta vitamina A (13μg), essenziale per la salute della pelle e della vista, vitamina D (8 μg), necessaria per l'assorbimento del calcio, per i processi di rimodellamento osseo e per la mineralizzazione dello scheletro e numerosi antiossidanti. Riguardo ai minerali, il salmone contiene soprattutto magnesio e iodio, quest’ultimo essenziale per il buon funzionamento della tiroide.

Il salmone è il pesce con il maggior apporto di acidi grassi polinsaturi della serie omega 3 che, oltre a fluidificare il sangue ed avere effetti benefici sul cuore, sono anti-infiammatori naturali fondamentali nei soggetti che soffrono di psoriasi.

Infine, il salmone fa bene anche alla linea perché ha una quantità di calorie non eccessiva: 100 gr forniscono 185 calorie con circa il 12% di lipidi.

Unico accorgimento: per la cottura del salmone bisogna considerare che gli omega 3 sono grassi molto delicati e non andrebbero sottoposti a temperature maggiori di 100 gradi per molto tempo. La cottura del salmone andrebbe fatta al vapore per tempi brevi. Dunque il metodo migliore è quello di cucinare tranci non troppo grossi al vapore o immergendoli in acqua quasi bollente, e per il tempo strettamente necessario affinché le proteine coagulino (quando il colore passa da rosa scuro a rosa chiaro).