Crostini agli asparagi

Ingredienti per 2 persone

150 g di asparagi verdi
6 crostini
½ scalogno
10 mL di olio extravergine di oliva
Sale e pepe q.b.
Prezzemolo q.b.

Procedimento

Pulire, pelare e lavare gli asparagi con abbondante acqua e tagliare il tutto a pezzetti, lasciando parte delle punte intere. Scaldare, in una padella antiaderente lo scalogno con olio extravergine di oliva e successivamente aggiungere gli asparagi, salare, pepare e coprire con un mestolo di acqua calda. Far cuocere finché gli asparagi non sono teneri e il liquido di cottura sì è completamente consumato. Aggiungere il prezzemolo precedentemente tritato e far raffreddare. Preparare i crostini su un piatto da portata, distribuendo sulla superficie gli asparagi trifolati e completando, a piacere, con un filo di olio extravergine di oliva a crudo e una spruzzata di prezzemolo.
 





Proprietà Nutrizionali degli asparagi

La stagione degli asparagi è proprio la primavera. Questo ortaggio è ricco di numerose proprietà benefiche per il nostro organismo e per il suo contenuto in vitamine ed antiossidanti, è particolarmente indicato nei soggetti che soffrono di psoriasi. Poco calorici, gli asparagi apportano ~25 kcal ogni 100 g e sono ricchi di vitamine A, C, E ed alcune del gruppo B, come l’acido folico. Questo ortaggio contiene diversi sali minerali, tra cui il fosforo e il calcio. Da non trascurare l’apporto di cromo, il quale migliora i livelli di insulina portando alla riduzione della glicemia nel sangue, per questa ragione il consumo di asparagi è fortemente consigliato per i soggetti che soffrono di psoriasi, nei quali la prevenzione del diabete mellito di tipo 2 è molto importante. Oltre a vitamine e sali minerali, gli asparagi contengono alcuni importanti aminoacidi, quali l’asparagina, un diuretico naturale che elimina il sodio in eccesso nel nostro corpo portando al miglioramento della pressione sanguigna. Gli asparagi proteggono anche la nostra cute e in particolare quella dei soggetti con la psoriasi. La presenza di glutatione, sostanza in grado di combattere i dannosi radicali liberi, protegge la pelle dagli agenti atmosferici, dall’inquinamento e dai raggi del sole. Mentre, il contenuto di saponine, quercetina, rutina e kaempferol, rende gli asparagi potenti antinfiammatori. Il binomio di sostanze antiossidanti ed antinfiammatorie fanno di questo ortaggio un toccasana per chi soffre di psoriasi. 
Accanto a tutta una serie di effetti benefici degli asparagi, bisogna però ricordare alcune controindicazione: viene considerata controindicazione dell’asparago la sua capacità di modificare, in molti casi, l’odore dell’urina; è un effetto legato semplicemente alla metabolizzazione ed espulsione di alcuni componenti del germoglio che contengono zolfo. Una reale controindicazione dell’asparago è il fenomeno dell’allergia verso questo ortaggio; inoltre, gli asparagi sono assolutamente controindicati in caso di gotta, nefropatie e problemi all’apparato urinario proprio per l’effetto diuretico di questo ortaggio.