Psoriasi e ambiente domestico

Un ragazzo si rilassa sul divano della propria casa

Scopri i consigli e le indicazioni per una casa “a prova di psoriasi”

La casa è il nostro nido, l’ambiente in cui torniamo dopo una lunga giornata di lavoro, e che ci accoglie nel modo migliore, facendoci trascorrere momenti di relax e di riposo, magari anche insieme ai nostri cari. E se questo è vero per tutti, lo è ancora di più per chi ha la psoriasi, perché, fuori dalle mura amiche, i sintomi di questa patologia cronica della pelle possono far sentire chi ne soffre non completamente a proprio agio. Per chi ha a che fare con la psoriasi, è quindi particolarmente importante, che la casa sia accogliente e funzionale: ecco alcune indicazioni e consigli pratici per riuscirci al meglio! 

Temperatura 

  • Accade ormai sempre più spesso che, all’interno della casa, la temperatura sia “ambiente” solo nei mesi primaverili ed autunnali: in estate regnano i condizionatori di aria, mentre in inverno i termosifoni, che se da un lato garantiscono una temperatura costante e gradevole, dall’altro possono creare problemi alla cute psoriasica, poiché l’aria secca artificiale può peggiorare i sintomi della malattia, quali prurito e lesioni da grattamento. 
  • In estate cerca quindi di regolare i condizionatori senza pretendere un clima “glaciale”, e se possibile limitane l’utilizzo alle ore più calde. 
  • In inverno, invece, ricorda di utilizzare gli umidificatori: per farlo, puoi scegliere gli umidificatori elettrici, che dovrai accendere quando sono in funzione i termosifoni, oppure, più semplicemente, puoi optare per una umidificazione “naturale”, mettendo dei contenitori di acqua sui termosifoni. Allo stesso modo, cerca di evitare che all’interno della casa faccia troppo caldo, perché temperature troppo elevate diminuiscono l’umidità, aumentano la sudorazione e favoriscono la disidratazione della pelle.

Pulizia

Non ci sono accorgimenti specifici per la psoriasi in termini di pulizia della casa. Ad ogni modo è buona norma arieggiare spesso gli ambienti, pulire periodicamente cuscini, materassi e tende, ed evitare attentamente gli accumuli di polvere, che potrebbero irritare la cute e stimolare il prurito. Infine, è bene fare attenzione ai deodoranti spray per ambienti che possono posarsi sulla pelle irritandola.

Prodotti per l’igene della casa: guanti, detersivi, spolverini, panno per pulire

Detergenti per la pulizia 

Scegliere bene i detergenti che possono venire a contatto con la pelle è fondamentale per chiunque, e lo è ancora di più per chi soffre di psoriasi. Infatti, è bene ricordare che questa scelta non riguarda solo i prodotti cosmetici, ma anche tutti quei prodotti che vengono utilizzati per la pulizia della casa e degli indumenti. Ricorda che i detersivi con cui lavi gli indumenti possono non essere risciacquati adeguatamente, soprattutto se sono in polvere, e quindi trasferirsi sulla pelle già sensibilizzata dalla psoriasi, peggiorando quindi l’irritazione. Chiedi consiglio al dermatologo sulle sostanze che dovresti evitare e leggi bene le etichette dei prodotti. Se poi non è possibile evitare l’utilizzo di particolari prodotti irritanti, utilizza dei guanti protettivi durante le pulizie. 

Accortezze sull’arredamento 

  • Se possibile, evita la moquette o i tappeti pesanti, soprattutto nei mesi più caldi, perché possono accumulare polveri irritanti. 
  • Per le tende scegli tessuti leggeri e lavale spesso 
  • Per il letto scegli tessuti naturali e morbidi (cotone, lino) per le lenzuola ed evita di mettere a diretto contatto con la pelle le coperte di lana o tessuti sintetici. 

Animali domestici 

Gli animali domestici non sono un problema per chi soffre di psoriasi, anzi possono essere un buon modo per gestire lo stress. L’unica accortezza da seguire è quella di mantenere l’ambiente pulito e fresco: evita, quindi, gli accumuli di pelo, e cerca di fare in modo che i tuoi animali domestici non condividano con te gli spazi più intimi, come il letto o il bagno, per non rischiare di contrarre infezioni su ferite aperte o il peggioramento dell’irritazione cutanea. Segui con attenzione tutti questi consigli, e, dopo averlo fatto, avrai una casa “a prova di psoriasi”, in cui dedicarti a te stesso e alle attività che più ti piacciono. Poiché lo stress è uno dei fattori scatenanti della psoriasi, è bene gestirlo al meglio… e non c’è luogo migliore di casa propria, per farlo!

Vuoi leggere di più?