Psoriasi: tenere il prurito sotto controllo

psoriasi controllo prurito

Tenere sotto controllo il prurito

Psoriasi e irritazione cutanea vanno spesso di pari passo ed in molti riferiscono di provare prurito legato alla malattia. Il grattarsi non diffonde la psoriasi, ma interferisce con la guarigione. Come evitarlo? Vi sono varie cose da fare per gestire i sintomi della psoriasi e tenere il prurito sotto controllo. Eccoti sette semplici idee che possono fare la differenza:


1. Cura la tua psoriasi

Per migliorare il prurito ed affrontare le cause alla base della tua psoriasi rivolgiti al tuo dermatologo. Creme emollienti possono ammorbidire la pelle e tenerla umida; inoltre molte terapie topiche riducono sia il prurito, che l’infiammazione. Tieni una crema emolliente affianco al letto, così da poterla applicare al risveglio o quando avverti il bisogno di grattarti.

Grattare la pelle lesionata ti impedisce di guarire.

2. Fai un bagno

Docce prolungate con acqua calda, seccano la pelle. Fai un bagno in acqua tiepida con olio da bagno. L’acqua non deve essere troppo calda e ricordati di tamponare la pelle, anziché strofinarla quando ti asciughi. infine applica delicatamente una crema emolliente e, nei mesi più assolati, usa un filtro solare sulla cute esposta.

3. Lenisci l'irritazione

Fai un impacco freddo sull'area interessata. Un violento prurito è spesso accompagnato da bruciore e, raffreddando la pelle, si potrà alleviare la voglia di grattarti.

4. Non far seccare troppo la cute

La pelle secca tende a provocare più prurito di quella idratata, quindi idratala regolarmente con una crema emolliente. Anche l’inverno può far sentire i suoi effetti sulla pelle. La combinazione di aria asciutta, riscaldamento interno e ridotta esposizione alla luce solare può provocare problemi quando si soffre di psoriasi. In estate, anche l’aria condizionata forte può seccare la cute. Quindi tieni la pelle ben idratata e valuta se utilizzare un umidificatore.

5. Abbigliamento e scarpe

Indossa indumenti leggeri e traspiranti che non irritino la cute. Evita abiti sintetici che impediscono la traspirazione e, a contatto con la cute, potrebbero irritarla. Inoltre, cerca di evitare indumenti molto stretti, soprattutto in vita. Gli abiti in fibre naturali, quali cotone, lino e seta, sono da preferire. Molti pazienti che soffrono di psoriasi preferiscono indossare colori vivaci, che rendono meno evidente l’esfoliazione delle cellule cutanee.


Se soffri di psoriasi anche sui piedi, scegli scarpe che li tengano freschi e asciutti e che facciano circolare l’aria. Evita scarpe sintetiche e cerca di utilizzare suolette in poliuretano, polimero, sughero o con interno in acqua, che agiscano da ammortizzatori, alleviando la pressione sulla pelle. Evita calzature a punta e calze o collant in fibra sintetica.

 

6. Resistere al desiderio di grattarsi

Anche se grattarsi non diffonde la psoriasi, potrebbe infiammare ulteriormente la cute, rendendo più dolorose le lesioni ed addirittura provocare screpolature. Quando ci si gratta la pelle, le si impedisce di guarire. Questo potrà farti sentire più stressato e, di conseguenza, peggiorare i sintomi. Tecniche di distrazione possono aiutarti. Annota quali fattori ti scatenano il prurito – ad esempio quando sei al telefono o quando guardi la TV - e quelli che invece te lo alleviano.

7. Chiedi aiuto al dermatologo

Se il prurito ti fa sentire davvero giù, parlane con il tuo dermatologo, che saprà consigliarti una terapia adeguata per la tua patologia, oppure ti metterà in contatto con un gruppo di sostegno, col quale parlare di tecniche per superare il problema, insieme a persone che soffrono della stessa patologia.


Queste sette semplici attività potranno fare la differenza quando avverti il desiderio di grattarti. La cosa più importante da ricordare è che non sei solo e c’è chi può aiutarti. Basta chiedere.

Vuoi leggere di più?